ASPETTANDO IL NATALE, PAGINE DI DIARIO
Lascia un commento

Onore ai non orgogliosi. (2/12/2015)

Quanto tempo sprecato in discussioni che non hanno né capo né coda. E quanto tempo che passa e non torna più. Tutti presi da questo orgoglio che funge da cintura, cintura di sicurezza, pronto a salvarci in situazioni in cui il pericolo di soffrire è dietro l’angolo. Ma chi l’ha detto? Ma chi ha detto che l’orgoglio ci salva? E così continuiamo a voltarci all’indietro, a passare sopra a qualcosa di valore e a rinunciare ad attimi che ormai sono persi. Non possono più ritornare. Non so se avete capito bene ma NON TORNANO PIÙ!
E così mentre ci voltiamo perdiamo di vista amicizie, rapporti e ricordi di vita. Sai cosa c’è, per quanto grande e insormontabile sia il dolore questo non negherà la nostra voglia di gioia, la nostra dose quotidiana di speranza che qualcosa di grande possa accadere. E sono sicura che accadrà. 

Ognuno leggendo queste parole le legherà alla propria anima, verranno associate ai singoli problemi e ai pensieri che turbano le nostre singole pance. Qualcuno magari penserà a quella amica appena perduta. Un papà penserà alla lotta continua con la propria figlia. Una ragazzina soffrirà pensando a quell’amore non corrisposto o a quel papà che è fatto della stessa sostanza sua. Qualcuno si sentirà chiamato in campo ma ne andrà sempre fiero del proprio orgoglio. Errore. Ci potrà essere qualcuno che pensando alle feste proverà malinconia e rimpiangerà una persona perduta o, piena di gioia, ci sarà una donna felice di passare il suo primo Natale da mamma. Dall’altra parte risponderà una coppia che fingendo di sorridere piangerà quel bambino che non vuole arrivare. O chi pregherà che quel bambino possa restare. Il mio pensiero e il mio miracolo di Natale lo chiedo per la cara Eva. Una ragazza meravigliosa che piange per la paura. Piange in silenzio e combatte contro un destino troppo beffardo per essere reale. Prego per te perché so che la felicità è ad un passo, pronta per essere vissuta tutti insieme.   Viziamoci di sentimenti buoni. Viziamoci di amore e togliamo questi freni ai nostri corpi. Eliminiamo il tossico che ci circonda e prendiamo decisioni dettate solo dal cuore. 

Sta per arrivare un anno nuovo, pronto per essere vissuto. Ma vissuto davvero.   Questa seconda casellina verso il Natale è ricca di pensieri, emozioni e riflessioni importanti ma profuma anche di cannella e zenzero. Ecco la ricetta dei biscotti speziati da appendere ai nostri alberi. Chissà che non sia la scusa buona per riunire delle anime che si sono perdute.

Ingredienti:

500gr di Farina

200gr di burro morbido

200gr di zucchero

2 uova

1 bustina di lievito per dolci

1 cucchiaino di cannella

1 cucchiaino di zenzero

La scorza grattugiata di un limone.
Christmas il coming……

This entry was posted in: ASPETTANDO IL NATALE, PAGINE DI DIARIO

da

Appassionata di mode, tendenze e comunicazione. La cucina e la pasta fresca sono parte del mio sangue e tra una ricetta e un'altra scrivo di vita quotidiana, eventi e di tutto quello che mi circonda. Ovviamente tutto questo lo faccio con le mani sporche di farina e con la fotocamera vicino.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...