Pensieri e casa nuova – #uncaffeinsieme1

Ah. Finalmente la primavera.

Mai come ora ne sentivo così grande necessità. Già perché le novità del periodo non sono poche e adesso l’unica cosa che mi va di fare è prepararmi un caffè, sorseggiarlo e iniziare a battere le dita sulla tastiera e raccontarvi le ultime cose.

Mesetti impegnativi questi, non ve ne ho mai parlato, forse per scaramanzia o forse perché è una cosa che faccio un po’ fatica ad affrontare, ma sto andando ad abitare da sola. Proprio sola no, sono in dolce compagnia, ma comunque sto piano piano salutando la mia casa. Ripeto: piano piano.

Ah che fatica abbandonare mammàà. La storia della convivenza non è partita bene subito, almeno da parte mia. L’idea di abbandonare le mie abitudini e gli affetti –che sono davvero molto affettuosi– mi mandava in crisi. Pianti su pianti su pianti.

E poi la decisione di dire: OK. PROVIAMO. E così abbiamo fatto.

Ora siamo a quota 1 settimana fatta nella casa nuova, 4 cene fatte, 4 notti dormite (le restanti sono andata a dormire nel mio storico lettone!), 1 bottiglia di Foss Marai rosè aperta e due torte fatte e già mangiate: una crostata con confettura di prugna e una torta di mele.

Ogni tanto sento il bisogno di prendere degli spazi tutti miei e scappare nella casa della mia famiglia, non credo sia sbagliato, credo sia il mantra da seguire in questo momento. Tutto ciò che mi fa stare bene deve rimanere una costante. E così farò.

Il trasloco vero e proprio non è ancora avvenuto, tralasciando bicchieri, piatti, attrezzi da cucina e alimentari in genere -che ho portato immediatamente– a parte un cambio di intimo, gli asciugamani e una coperta per il nostro enorme divano: ancora manca tutto. Non voglio pensare a quanti scatoloni dovrò sistemare e quanti vestiti dovrò stirare. Dimenticavo, l’ho già detto che voglio andarci piano?

Detto questo siamo molto aperti alle novità, siamo pronti per diventare grandi e ci piace farlo insieme. Il caffè ormai è freddo, ho preso il via e ho parlato di questa cosa nuova. Ho tolto quel masso che mi impediva di aprirmi, e chissà forse adesso inizierò a stare bene.

Ci aggiungo un po’ di latte, il caffè mi piace solo così.  

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Nella nostra bottega puoi trovare i prodotti della tradizione emiliana e riceverli direttamente a casa e regalarli ai tuoi amici per Natale. Ignora