PAGINE DI DIARIO
Comments 19

Come ho scoperto di essere allergica all’olio di oliva.

Voglio raccontarvi una storia: come ho scoperto la mia allergia all’olivo.da74fb5493dc834ff41155f6c830e131Ho sempre sentito che c’era qualcosa che non andava nel mio corpo, sapevo che c’era qualcosa nella mia alimentazione che mi turbava, ma nonostante cercassi di stare attenta e capire cosa potesse darmi fastidio, almeno per indirizzare i medici in questa ricerca, non riuscivo proprio a capirlo.

Prima grande domanda: sarà celiachia? Effettivamente c’erano delle volte che mangiando la pasta stavo molto male, ma altre volte non succedeva niente. A volte stavo male dopo una pizza, altre volte no. Qualche volta stavo male con un po’ di carne, o altre con una semplice insalata. Per togliere ogni dubbio effettuo gli esami del sangue e scopro di non esserlo. E adesso? 

Il mio problema sembrava peggiorare giorno dopo giorno,  da un gonfiore iniziale allo stomaco sono passata all’irritazione alla gola, fino a che ho avuto un crollo definitivo e ho capito che dovevo farmi aiutare.

Era un primo pomeriggio di maggio e dopo aver fatto un esame all’università non vedevo l’ora di abbuffarmi per pranzo con un buon piatto di pasta. Iniziai a mangiare con piacere ma subito mi resi conto che non stavo bene. Mi stesi a letto per vedere se la sensazione di nausea si potesse attenuare, ma andava sempre peggio. Mi alzai per prendere una boccata d’aria ma improvvisamente cadetti sul pavimento. Non vedevo più nulla, provavo ad alzarmi ma ricadevo nuovamente, sarò svenuta cinque volte quel pomeriggio. E alla pancia sentivo dolori fortissimi. Avevo un fuoco dentro.

Il giorno dopo iniziai a fare esami su esami, giravo gli ospedali e nessuno sembrava capire cosa fosse, mi parlavano di stress, di gastrite,.. nessuno sembrava credermi. Poi arrivò l’esito: allergia all’OLIVO. Olivo? Ma veramente? Allergia allergia?

Sì allergia allergia, non era un’intolleranza ero geneticamente allergica.

Ecco spiegato il perché a volte stavo male e altre no, pasta condita con un filo di olio o il classico giro di olio piccantino crudo sulla pizza.

Per prima cosa eliminai le olive, il mio grande amoreDio come mi mancano-.

Iniziai a stare meglio, ma dopo un paio di mesi il medico eliminò dalla mia dieta anche l’olio extra vergine, ed in seguito anche l’olio d’oliva, da lì sì che iniziai a vivere una vita nuova.

Sembra banale ma la mia vita è cambiata dopo questa scoperta. E’ stato in meglio perché almeno ho iniziato a stare bene e a capire cosa ci fosse che non andava, ma è stato anche in peggio perché ho iniziato un percorso in salita e non è stato facile –non lo è tutt’ora– capire che alimenti che prima facevano parte della mia alimentazione, sono diventati veleno.

Dalla classica pizza il venerdì sera, al crostino di pane ferrarese che mai mancava sulla mia tavola. Adesso la situazione è difficile quando devo uscire fuori a cena, non trovo sempre onestà e cortesia.

Quando dico che forse la celiachia sarebbe stata un’allergia migliore –sempre che così si possa definire– lo penso davvero. Almeno potrei mangiare fuori casa tranquillamente, andare nei locali specifici e, ripeto, essere tranquilla. Per me non è così.

Innanzitutto quando mi presento in un ristorante e metto al corrente il personale del mio problema, mi guardano come fossi una snob a dieta e non prendono sul serio il mio problema. –Guardi che sono proprio allergica! Rischio di andare all’ospedale!– vi risparmio i loro commenti e spesso capita che mi dicono: “Tranquilla in questo piatto non c’è olio” e poi appena esco sto malissimo. Il ristoratore deve pensare ad ogni materia prima che usa e pensare se la lavora con olio. Anche un semplice spiedino di gamberi impanato, senza olio crudo, contiene comunque olio: il pane grattugiato che viene messo sopra spesso ne ha al suo interno.

Altri, -i peggiori- se ne lavano le mani dall’inizio: “Signora guardi olio non dovrebbe esserci però chissààà!!!!”. Chissà? Come scusa? 

Io che mi occupo delle etichette dei prodotti alimentari del laboratorio alimentare della mia famiglia sto ben attenta a scrivere ogni singola cosa. Evidentemente gli altri non fanno così. Non si tratta di capricci si tratta di problemi seri di salute.

Se trovo in giro ristoratori che farebbero meglio a chiudere visto che mancano di onestà e gentilezza, trovo poi i paladini della cordialità. Persone che spero lavorino tanto, perché se lo meritano. Cuochi che mi servono con un occhio di riguardo, vogliono accontentarmi e farmi uscire -sana- e soddisfatta.

So che le allergie sono tante ed esistono le più disparate, voi avete o conoscete qualcuno con questo problema? Come è cambiata la vostra vita con l’entrata di nuove abitudini alimentari? Spero potremmo confrontarci e chiacchierarne assieme.

Un fortissssssssimo abbraccio, Cami

This entry was posted in: PAGINE DI DIARIO

da

Appassionata di mode, tendenze e comunicazione. La cucina e la pasta fresca sono parte del mio sangue e tra una ricetta e un'altra scrivo di vita quotidiana, eventi e di tutto quello che mi circonda. Ovviamente tutto questo lo faccio con le mani sporche di farina e con la fotocamera vicino.

19 Comments

  1. paojii says

    Ciao Camilla, grazie per la tua testimonianza! Temo che anche il mio ragazzo abbia questo tipo di intollerenza all’olio d’oliva. Puoi dirmi come hai effettivamente scoperto di esserlo, hai fatto qualche test o esame specifico?
    Ti ringrazio!
    A presto!

    Mi piace

    • Ciao cara, ti dico che ho iniziato a fare degli accertamenti seguendo il mio istinto. Il mio medico continuava a dare la colpa allo stress ma non ero assolutamente stressata. Ma stavo male ogni santissimo giorno, anche perché quando cercavo di mangiare leggera con un riso bollito e un filo di olio di oliva tornavano sempre gli stessi sintomi. Così sono andata da un allergologo e abbiamo iniziato degli accertamenti, mi ha trovato l’allergia all’OLIVO con il test sulla pelle, io ho riferito di non avere mai alcun sintomo in primavera e con il polline degli ulivi, e lei mi ha detto di provare a togliere olio di oliva e olive dalla mia alimentazione e io sono rinata. Fate delle prove e andare da un esperto. Un caro abbraccio e tenetemi aggiornata!!!!

      Mi piace

  2. Pingback: La mia notte di San Silvestro, The Lab e incendio del Castello di Ferrara | A CASA CAMILLA

  3. Joon1 says

    Ciao, io ho scoperto di essere allergica alle olive facendo delle analisi del sangue per le allergie alimentari. Ho fatto queste analisi perché ho problemi quando bevo il latte e volevo capire se ero intollerante al lattosio e ho scoperto invece quest’altra allergia. In realtà non ho mai mangiato olive perché non mi piacciono quindi non ho mai avuto reazioni allergiche a questo alimento, di olio però ne ho sempre fatto uso e non mi ha mai dato problemi così gravi, a volte ho forti mal di tesa, nausee e dolori addominali, ma ho sempre pesanti derivassero da altro tipo di intolleranza (appunto al lattosio). Non so se l’allergia alle olive e all’olio sia la stessa cosa, ma direi di si dato che uno deriva dall’altro. Dal tuo post vedo che mi aspetta una vita dura… speriamo bene! Un abbraccio.

    Mi piace

    • Non demordere, la vita è dura ma eliminato l’alimento che ti fa stare bene inizierai a rivivere una vita nuova…. l’allergia all’olivo riguarda sia olive che olio appunto… restiamo in contatto che mi farebbe piacere sapere come procedono le tue cose… cercami su Instagram o Facebook che così ci aggiorniamo. Un caro saluto e coraggio che alla fine dei conti noi allergici non siamo poi così pochi! 😉

      Mi piace

  4. Nancy says

    Ciao Camilla, ho appena scoperto di essere allergica all’olio di oliva e ai lieviti…sapevo di ingerire qualcosa che facesse male al mio corpo ma pensavo più che altro ad una leggera celiachia… anche io, come te, amo mangiare olive e tutto ciò’ che produce tale frutto…avendolo saputo da qualche minuto capirai la fase depressiva in cui mi trovo…mai più pizza, mai più bruschette, mai più tonno affumicato con olio di oliva, mai più carpaccio di tonno…sono veramente giù…avevo già una lunga lista di cose a cui sono allergica, queste non ci volevano proprio… credo faro’ un viaggio a Lourdes a breve.
    un abbraccio

    Mi piace

    • Ciao cara! Non ti disperare, come vedi sto sopravvivendo!!!!😜 devi avere delle accortezze e tutto andrà bene…. all’inizio come te mi pesava pensare che mai più sarebbe stato come prima, le uscite, la pizza con gli amici… ma credimi.. inizi a stare bene, niente più dolori, per me è stata una rinascita. Avrei voluto scoprirlo prima per non aver sofferto così tanto! La pizza la mangio e nella mia città ho trovato tre pizzerie che la fanno con olio di semi. Il carpaccio di tonno lo mangio con il limone e le bruschette se hanno pane di baguette o pugliese possiamo mangiarle anche noi! Piuttosto fai attenzione al dado star (molti contengono olio di oliva al loro interno) e al pane grattugiato nelle panature perché a volte grattano del pane all’olio. Per il resto prendi tutto con molta tranquillità…. tieni in casa (io ce l’ho nel portafoglio) l’antistaminico e inizia a convivere con questa cosa. Presto scriverò un post sulla vita da allergica e soprattutto sui ristoranti, come si sono comportati nei miei confronti…. cercami su Instagram o Facebook così ti lascio il link appena lo posto. Buona serata compagnia di disavventure 😉 😉 😉

      Mi piace

  5. Annalisa says

    Sono allergica da poco .Ovvero chissà da quanto lo ero forse più di un anno ma solo per le riniti ma da 6 mesi almeno i dolori forti allo stomaco gonfiore e tanto tanto mal di testa….ecco.io che,…MEGA insalatone d’estate , tonno e alimentazion esclusiva condita di olio d’olivA(.visto che il mio fidanzato è intollerante al lattosioPasta primi e secondi ,contorni etccc ….ecco che ora tocca a me….ma in che maniera crudele!!!!….e ora vado di olio di girasole…o almeno credo che non mi possa fare nulla…..ora mi sto ponendo il problema del uscire fuori a mangiare….non ci avevo pensato……

    Mi piace

  6. Aurora says

    Anche io ho questa allergia, per fortuna è abbastanza leggera, ma non posso assumere lo stesso olio e olive: oltre che questi alimenti mi fanno mancare moltissimi cibi, proprio perché l’olio è quasi ovunque se ci pensiamo bene, e sommato all’allergia ai latticini rende veramente complicato uscire magari una sera al ristorante, ma soprattutto capisco che molte persone, specialmente nei ristoranti, non riescono proprio a capire il problema e a volte, senza neanche sapere come o perché, ti ritrovi irritazioni su tutte braccia e gambe. Comuqnue sto provando una cura disintossicante molto dura che, in teoria, mi porterà a poter reintrodurre gradualmente alcuni alimenti.

    Mi piace

  7. Stella says

    Ciao Camilla ! Ho trovato la tua testimonianza navigando sul web quando si hanno Delle curiosità da soddisfare!!! Sono esattamente tre anni che ho eliminato l’olio d’oliva .. e da allora la mia vita è cambiata!!!
    Tutto è cominciato grazie ad un omeopata al quale mi ero rivolta per risolvere dei problemi che non riuscivo a tenere sotto controllo con la medicina ufficiale (sono farmacista quindi anche un addetta ai lavori.. e nonostante questo ero disperata !) .. soffrivo spesso di candida vaginale .. mi sentivo sempre stanca … Avevo l’allergia 365 giorno l’anno sebbene da piccola avessi fatto i test allergologici (non alimentari ) con il risultato positivo verso l’acaro della polvere e i fiore d’olivo (stagionale).
    Grazie a questo medico ho eliminato per un lungo periodo latte e derivati , lievitati e olio d’oliva dalla dieta e risolto i miei problemi. Sono rinata!!!! Sono cambiata nell’anima .. avevo un’energia esplosiva .. e sono riuscita a leggere tutti i sintomi e a collegarli tra loro . Ho poi reintrodotto gli alimenti pian piano come si fa per le intolleranze e lì la scoperta .. l’olio mi ha dato una reazione violentissima a carico Delle vie respiratorie !!! È successo una volta … E poi una seconda volta quando ero incinta perché non avevo avuto il coraggio di chiedere il menù a parte in occasione di una festa di famiglia fuori casa. Ebbene .. in quel caso la medicina tradizionale mi ha salvata . Ho chiamato il ginecologo e assunto su due direttive il cortisone facendo rientrare o sintomi.
    Da allora non ho mai più assunto olio d’oliva almeno consapevolmente.
    Non ho mai fatto i test allergologici sugli alimenti ma mi ripeto che devo farli per avere una carta scritta.. questo per avere almeno la prova quando sono fuori casa.. perché è lì il vero problema . E a tal proposito ti ringrazio della tua testimonianza perché mi sono sentita meno sola. Mai una volta che non mi sento male quando torno a casa.. c è veramente troppa poca serietà .. e un’ignoranza che fa piangere !!!!!!!oltre che … Incompetenza haimè!!!
    Mia suocera l’olio d’oliva lo chiama “l’olio buono “…
    Eh eh … Sono meridionale .. si intuisce subito 😉
    Ma io senza questo olio buono mi sento viva. Mi è cambiata l’anima ma anche la pelle .. non saprei spiegarlo altrimenti !!
    Ovviamente attenzione anche alle olive ..ai cosmetici !!! Consentimi.. lo dico ai lettori !!
    Ti ringrazio dello scambio !!!

    Mi piace

  8. Max says

    Ciao Camilla, io oltre all’allergia alle olive ho anche una fortissima intolleranza al lattosio, ho scoperto il tutto a 25 anni dopo diversi anni di calvario, ora di anni ne ho 40 e devo dire che sto benissimo, sono anche decisamente in forma rispetto ai coetanei! I primi anni son stati veramente duri, era molto difficle trovare prodotti adatti al supermercato e uscire al ristorante era impensabile, ora molto è cambiato, si trova veramente di tutto e anche uscire fuori a cena non è più un miraggio. Vedrai che presto ti abituerai e non sentirai più questo peso, ma mangiare tornerà ad essere un piacere (e questa attenzione ti porterà a mangiare molto più sano). In bocca al lupo!

    Mi piace

  9. SilviaKaren says

    Ciao camilla!!!
    Leggendo il tuo articolo, mi pareva che l’avessi scritto io!!!
    Quanto ti capisco!!! Quanto capisco ognuno dei tuoi commenti/contatti!!
    Dopo anni di calvario a togliere olio di oliva,girasole,semi,vinaccioli, oggi per la prima volta ho provato l’olio di riso Scotti!!
    Accertata allergia all’olio di oliva e olive, sia per contatto che ingerito, non solo è un calvario per me ma anche per chi mi circonda!
    Sono dovuta andare via di casa perché mio padre ancora a distanza di tantissimi anni, non capisce la gravità della cosa :/
    Ragazzi è un dramma, uscite poco fuori a cena, e però godetevi la vita. Fatevi da mangiare voi, portatevi da casa qualcosa anche quando andate dagli amici.
    Io cucino tutto senza olio, e sto benissimo.
    Anche senza lattosio e no le uova di gallina.
    La pizza non la mangio, ma compro le piade con lo strutto, e metto sopra a crudo, pomodoro salsa che ha solo pomodoro e sale, mozzarella senza lattosio, e via in forno 10 min/180°C. Volendo potete aggiungere origano o prezzemolo o rosmarino per insaporire. Vi assicuro che è buona!!! 🙂
    Ps:sono passati 20 minuti circa da quando ho mangiato l’olio di riso e per ora ancora tutto perfetto 🙂
    Speriamo bene!!

    Mi piace

  10. Sara says

    Ciao! Che bello nn essere sola con questo problema! Io nn sono allergica,ma molto intollerante all’olio di oliva e olive e al pomodoro, poi a seguire anche uova, fragole, fagiolini…. lo ho scoperto da poco facendo le analisi del sangue. Queste intolleranze mi hanno causato un male assorbimento del ferro, per cui squisitezza, stanchezza, spossatezza, nausea ecco
    Inoltre quando assumo questi alimenti, maggiormente olio di oliva e uovo, ho subito un forte mal di testa, giramenti, si strappano orecchie e non digerisco! Anche voi avete questi sintomi? Per verificare se sono allergica l’esame è un altro?
    Mi consigliate di andare da un allergologo? Perché io ho scoperto il tutto con un ematologo per via del ferro carente. Ho letto di portarsi dietro un antistaminico…lo farò! Io ho comperato l’olio di soia valsoia e l’olio di cocco. Va molto meglio!ma ancora sono agli inizi….aiutooo datemi dei consigli…… contatto fbCamilla? Grazie Sara

    Mi piace

    • Angela says

      Io non avevo pensato ad olio di oliva come allergene, ma leggendo queste lettere mi ricredo…che mi rimane per condimento essendo allergica al latte e ai tanti derivati, allergica a noci e a frutti con guscio.
      In più manco di tiroide e ho problemi quindi ad assumere certi cibi debbo assumere medicinali per compensare le mie mancanze di nascita Comuunque in borsa ho sempre pastiglie di cortisone a bassso voltaggio e pomata Flubasone o,25 perchè sono allergica ai profumi di vario tipo. Lavo la biancheria ed altro con Bicarbonato di Soda evitando i vari saponi che denunciano di aver migliorato il loro prodotto con aggiunta di limone e andando a leggere tutto il limone non esiste ma viene usato il limonene!!!! Comunque sto arrivando al 79’esimo complenno Ma questo anno non potrò mangiare neppure un gelato hanno usato la soia….. Coraggio ragazze e ragazzi, secondo i medici del 1938 anno mio di nascita con soli otto mesi di nove di gravidanza materna, non avevo molto speranze di vita …ma ora vi sto scrivendo Baci a tutti

      Mi piace

  11. Simona says

    Ciao Camilla, anche io ho scoperto che sono allergica all’olio di oliva, sono 9 mesi che combatto con questo malessere, a me hanno persino diagnosticato la malattia di crohn, ma da sola ho iniziato a fare delle prove perché con il cortisone continuavo a stare male, mangiavo solo pasta in bianco con un filo d’olio extravergine e stavo malissimo. Mio marito ha tolto l’olio dalla mia dieta ed ho iniziato a stare meglio. Ho fatto le prove allergiche su sangue ed ho scoperto che per me è un veleno l’olio. Quando vado fuori a cena è una tragedia, perché come hai scritto tu, non sempre i ristoratori capiscono la gravità del mio problema. Con la pizza ho risolto, metto l’olio di semi di mais sopra 😁. Al lavoro non posso più andare a mensa perché mettono l’extravergine ovunque 😒. Non è una vita facile perché devo leggere sempre con attenzione le etichette degli alimenti e se vado a cena da amici devo essere sicura di ciò che mangio. Almeno mi da forza sapere che ci sono altre persone come me che hanno questo tipo di allergia.

    Mi piace

  12. Salve, sono un Farmacista, ho lavorato per tanti anni in farmacia e ora mi occupo solo di medicina complementare che studiavo già da quando ero all’università.
    Un pò di tempo fa ho messo a punto un protocollo che si avvale di tecniche di kinesiologia e di Medicina tradizionale cinese che permette di risolvere il problema delle intolleranze alimentari.
    Ho già risolto casi in cui era coinvolto l’olio di oliva.
    Chi fosse interessato mi puo’ contattare.

    Mi piace

    • Angela says

      Dopo aver avuto uno strano malessere, bolle enormi di argento sulle pareti di casa, e l’impossibilità di cibarmi con cibi con soia, ho iniziato a cibarmi con cibi conditi con olio di oliva. Sono poliallergica: latte, derivati del latte , ecc …uva bianca e non rossa,…il rosso nel cibo mi disturba…i profumi di qualunque tipo , saponi profumati, deodoranti….limonene

      Manco della tiroide, sono nata all’ ottavo mese di gestazione e finiamo qui qui…..
      Ho letto l’articolo di Camilla ed ho sostituito l’olio di oliva con l’olio di oliva organico su consiglio di mio figlio che hail mio stesso gruppo sanguigno AB e per il momento sembra che la cosa funzioni, continuando ovviamente a limitare o eliminare i cibi che mi disturbano
      o mi hanno dato disturbo
      Quattro medici italiani, insieme. mi hanno consigliato nel 2004 di trasferirmi al Nord ma in pianura ed ora abito da 14 anni in Inghilterra
      in campagna

      Che ne pensi?

      Mi piace

    • Ho scoperto di essere intollerante,solo per puro caso ,alle olive novelle ,che mi piace mangiare cotte in padella con un poco di olio d’oliva e un pizzico di sale.a giorni alterni la sera per cena, le preparavo golosamente. Durante la notte alla solita ora verso le due , non riuscivo più a dormire perchè non respiravo ,l’aria non arrivava ai polmoni.pensavo veramente che continuando cosi’ sarei morto nel sonno.Vado al pronto soccorso una fila lunga in attesa mi suggerisce di salire al reparto otorino laringo…..inutile l’infermiera mi dice che il dottore visita solo con l’impegnativa del medico curante,molto impegnato perchè l’altro dottore si è trasferito a ROMA,cerco un ambulatorio privato con un otorino ma inutile ,bisogna prenotarsi perché il dottore ha altri ambulatori. vado sconsolato dal mio medico curante che di solito prescrive solo ricette, ma anche qui c’è d’aspettare, visita in altri ambulatori.vado su INTERNET cerco laringe , poi malattie della laringe ,reazioni allergiche della laringe,infine edema laringeo acuto,eccolo il mio problema,il fenomeno,la sintomatologia,la terapia, sono nefaste, cerco di capire che cosa abbia scatenato una reazione allergica simile allo shock anafilattico.mi viene in mente per caso di aver mangiato tre volte a giorni alterni le olive nere in padella.Vado a cercare tra i cibi allergici e trovo molti altri con le mie stesse sintomatologie.Capisco cosa devo dire al mio dottore ,no ad antinfiammatori o antibiotici come consigliato in farmacia cui mi ero rivolto disperato ,ma ANTISTAMINICI o se necassari cortisonici, per evitare una intubazione tracheale.Vedrò il mio dottore questa sera alle 18,30 (30 nov.2017)speriamo mi confermi tutto che il peggio è passato una volta scoperto il male.L’acido acetilsalicilico contenuto nelle olive nere,cotte saltate in padella con olio di oliva vergine e un pizzico di sale,risulta essere un veleno, per i soggetti allergici.

      Mi piace

  13. Usare l’olio di oliva organico è buona cosa, ma se si è intolleranti, l’intolleranza resta.
    Nel tuo caso bisogna individuare esattamente il cibo o i cibi che danno problemi attraverso i test di kinesiologia muscolare e poi procedere al trattamento sistematico di ognuno di essi.

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...