All posts filed under: RICETTE

#worldpastaday – Per me che la pasta è una tradizione familiare 

La qualità lascia a desiderare, però, per chi non avesse seguito la diretta, qui potete vedere me e la mia mamma che parliamo di pasta per il #worldpastaday. Secondo me dal nostro entusiasmo si capisce che la passione per la cucina è quello che ci sprona ogni giorno e che è un gene stampato nel nostro DNA. Il cibo ci rende felici e ci fa persone migliori ​ ​  

Challenge: riso Flora, patate e cozze

Ingredienti: 350g di riso Flora 600g di cozze 600g di patate 2 spicchi di aglio 1/2 cipolla bianca 50gr pecorino grattugiato Olio, sale, pepe, prezzemolo, sedano q.b. Procedimento: Oliare la teglia nella quale andremo a comporre la ricetta. Tagliare la cipolla bianca a fettine sottili e stenderla sulla base. Disponete ora sopra la cipolla uno strato di fettine sottili di patate, condite con olio, sale, pepe e metà trito di aglio e prezzemolo. A questo punto adagiate le cozze che avrete in precedenza aperto in padella con il loro guscio, aggiungete un trito sottile di sedano sopra e condite a piacimento. A questo punto riempire tutta la superficie con il riso Flora Classico. Ultimate con uno strato di patate, condite come in precedenza e spolverate con del pecorino grattugiato. Aggiungete l’acqua dove avete aperto le cozze fino a ricoprire la teglia. Infornate per 40 minuti forno ventilato 200gradi.

Mezzelune al branzino, pomodorini, gocce di menta e stracciatella

Ingredienti sfoglia nera: 200g di farina 2 uova 1 bustina di nero di seppia Ingredienti sfoglia gialla: 300g di farina 00 3 uova Ingredienti ripieno: 2 patate 450g di filetti di branzino 1 spicchio di aglio olio extravergine, sale, pepe q.b. Prezzemolo fresco Ingredienti per il condimento: Menta Olio extra vergine di oliva 5 pomodorini stracciatella     Preparate le due sfoglie: impastate la farina con le uova e, quando la consistenza ottenuta sarà morbida liscia, fatela riposare per 30 minuti. Fate la stessa cosa con la sfoglia nera ma aggiungendo al composto il nero di seppia, poi lasciate anch’esso riposare. Per il ripieno: fate rosolare in una padella l’aglio con un filo di olio extra vergine, aggiungete i filetti di pesce e terminate la cottura. Eliminate l’aglio e passate i filetti di pesce al mixer con due patate bollite e schiacciate in precedenza. Aggiungere il prezzemolo tritato finemente e aggiustare di sale e pepe. Stendete entrambe le sfoglie con il matterello o con la sfogliatrice fino allo strato desiderato. Prendete la sfoglia al nero …

Tortiglioni bacon e radicchio al forno

Questa ricetta è stata selezionata e inserita all’interno del ricettario di Insal’Arte by Ortoromi, vi lascio il link per guardare le ricette delle altre blogger, vi basterà cliccare qui. Ingredienti: 200g di tortiglioni 250g di ricotta vaccina 100g di bacon 300g di radicchio di Treviso I.G.P. (io ho utilizzato quello di Insal’arte by OrtoRomi) 50g di parmigiano olio extra vergine, sale, pepe q.b. Per la besciamella: 50g di burro 500g di latte 50g di farina ’00’ noce moscata e sale fino q.b. Fate cuocere i tortiglioni in abbondante acqua salata bollente. Mentre la pasta si cuoce occupatevi del ripieno. Fate rosolare in una padella il bacon e lo scalogno con dell’olio extra vergine di oliva. Quando il bacon sarà croccante, aggiungere il radicchio già lavato e tagliato finemente. Lasciate cuocere per 15 minuti circa, il radicchio dovrà risultare ben cotto. Nel frattempo setacciate la ricotta e sbattetela rendendola bella cremosa, aggiungete poi il radicchio e il bacon, il parmigiano, aggiustate di sale e pepate a piacimento. Quando la pasta sarà cotta, scolatela e disponetela in …

Mezzelune di Kale con cipolla di Tropea caramellata

Il cavolo riccio, anche chiamato Kale, ha spopolato le tavole americane degli ultimi anni. Proposto come insalata super chic o lasciato appassire al forno come chips sana e genuina, è diventato un prodotto molto ricercato e sta arrivando anche qui da noi. Io ho provato questo prodotto dell’azienda OrtoRomi. Personalmente lo conoscevo di fama ma non avevo mai sentito il suo particolare sapore. Mi ha colpito immediatamente il suo odore inconfondibile di cavolo e il suo gusto così saporito mi ha letteralmente rapito. Volevo preparare una ricetta nuova, innovativa. Non volevo proporlo nuovamente come si è già visto e rivisto nella sua indole standard ma trovare un’idea originale ed elegante allo stesso tempo. Così mentre lo assaggiavo ho immediatamente pensato di utilizzarlo come ripieno di una pasta fresca. L’abbinamento alla ricotta vaccina, così delicata e al parmigiano così tipico della mia regione. Ho scelto un formato di pasta a mezzaluna, tagliato con il coppa pasta a forma di fiore, per un gusto puramente stilistico personale, e per quanto riguardava il ripieno ci ho pensato a …

Mercati in espansione. L’olio marocchino a SOL&AGRIFOOD

Per chi si stesse chiedendo quale fosse l’argomento in questione, SOL&AGRIFOOD è il salone Internazionale dell’agroalimentare di qualità. Si è appena conclusa una quattro giorni che prevedeva seminari, show cooking e degustazioni per immergerci dentro un’eccellenza gastronomica, raccontata e spiegata direttamente da chi quel prodotto lo crea e lo sviluppa. Come nasce e da dove vengono le materie prime che lo compongono. Ci troviamo all’interno di Verona Fiera e siamo in concomitanza con maestro: il Vinitaly. Ma questo è un altro discorso e ne riparleremo presto. (!) Parlavamo di eccellenze, e oggi voglio soffermarmi su un prodotto noto che amo e odio allo stesso tempo, re indiscusso delle tavole italiane, onnipresente nella cucina mediterranea, stiamo parlando dell’olio di oliva. Amo e odio. Egggià, perché chi mi segue da un po’ di tempo saprà che sono diventata allergica alle olive e l’olio per me è diventato veleno. Penso sia l’allergia più difficile e complessa che possa esserci, provate a fermarvi e a riflettere, l’olio è decisamente dappertutto. -Ovunque è dire poco- Quando mi proposero di intervistare …

Risotto salsiccia e erbette di campo.

Ingredienti per 4 persone: gr. 300 di salsiccia gr. 250 di erbe campagnole gr. 320/330 gr di riso carnaroli 1/2 bicchiere di vino bianco olio EVO, sale e pepe q.b. una noce di burro e un pugno di parmigiano per mantecare. Procedimento: Per prima cosa soffriggiamo la salsiccia a piccoli pezzetti e lasciamola da parte, andremo ad aggiungerla al nostro riso solo qualche minuto prima della cottura ultimata Ora occupiamoci del riso. Lo dobbiamo far tostare con un goccio di olio EVO e dello scalogna tritato finemente, perciò mettiamo su fiamma viva e teniamo mescolato per 1/2 minuti. Da questo momento facciamo partire il timer, il nostro riso necessiterà 17/18 minuti di cottura. A questo punto sfumiamo con il vino bianco, sempre a fiamma viva. Iniziamo ad aggiungere poco alla volta del brodo, per farlo cuocere e mettiamo anche le erbette che ho lavato e tritato in precedenza. Continuo a mescolare ininterrottamente e nel mentre aggiusto di sale e pepe. Quando mancano 4/5 minuti aggiungo la salsiccia. A cottura ultimata procediamo con la mantecatura, togliamo dal …

Crostata all’arancia amara.

Ingredienti per una super pasta frolla: gr. 250 burro a temperatura ambiente gr. 250 zucchero semolato gr. 500 farina tipo 00 n° 2 uova 1 cucchiaino di aroma di vaniglia (o bacca) 1 bustina di lievito per dolci Per la farcitura ho scelto una marmellata all’arancia amara di Rigoni di Asiago, per creare il giusto contrasto dolce-amaro. Procedimento: Potete preparare l’impasto con una impastatrice o mettere gli ingredienti in una terrina e impastare a mano. Per prima cosa mescolare assieme lo zucchero e il burro. Dopo che avrete ottenuto un composto chiaro e ben amalgamato aggiungere la farina setacciata, la vaniglia e il lievito. A questo punto aggiungiamo una alla volta le uova e continuiamo a mescolare. L’impasto ottenuto deve essere liscio e morbido. Se è troppo tenero e fate fatica a stenderlo vi consiglio di lasciare riposare in frigorifero la pasta. Stendete la frolla e foderate la teglia che preferite, comunque di diametro 22/24 cm. Rifinite i bordi e dopodiché potete farcire la torta con la confettura o marmellata che preferite. Il decoro è completamente …

Torta alla vaniglia. (18/12/2015)

La torta vaniglia, forse per la sua semplicità, è da sempre un dolce tipicamente familiare e di “casa”. Magari in previsione delle feste di Natale e dei bimbi a casa da scuola sarebbe bello poter preparare assieme questo dolce, per poi assaporarlo a merenda con una bella tazza di latte. Sono un amante di queste torte soffici e le prediligo nel pieno della loro semplicità. Oggi vi propongo questa ricetta, la torta alla vaniglia che prepara anche la mia mamma e che adoro abbinarla alla tazzina di latte. -fa così inverno, fa così coccola-. Ingredienti: 220 gr di farina di grano tenero 00 160 gr di zucchero 4 uova 200 gr di burro a temperatura ambiente 1 bustina di lievito Aroma o bacca di vaniglia Preparazione: Come primissima cosa andiamo a separare i tuorli dagli albumi, i primi li andremo a sbattere in una planetaria assieme al burro fino a che non diventeranno chiari e spumosi. Aggiungiamo la vaniglia, la bacca o l’essenza, il burro a temperatura ambiente e continuiamo a far lavorare l’impasto. Aggiungiamo …

Torta di zucca, come fosse domenica ogni giorno. (13/12/2015)

Ingredienti: 600gr di polpa di zucca cotta, 6 uova intere, 4 cucchiai di farina 00, 250gr di burro a temperatura ambiente, 400gr di zucchero, 1 bustina di lievito per dolci, 3 cucchiai di mandorla amara, Amaretti q.b. Preparazione: Per prima cosa impastare insieme il burro e lo zucchero, farli amalgamare fino ad ottenere una  pomata. Aggiungere quindi la farina, il lievito, la mandorla amara e i tuorli delle uova. Impastare bene. Quando si sarà ottenuto un composto omogeneo aggiungere gli albumi, precedentemente montati a neve, e mescolare dall’alto verso il basso, per non smontare il nostro impasto.    A questo punto potere imburrare la vostra teglia, sbriciolare sul fondo quanti amaretti desiderate a piacere e versare il resto del composto. Se preferite potete mettere gli amaretti sopra la torta. Infornare a 180 gradi forno ventilato per 40 minuti. Io ho scelto di preparare delle mini tortine, così da non farsi dei dispetti alla mattina durante la colazione. Sentirete la casa profumare di mandorla amara e in un attimo vi sembrerà festa. Christmas is coming…